NEWS
giovedì 19 ottobre 2017 ore 23:33
S. Paolo della Croce
IL GIORNALE IN EDICOLA
LETTERE
Lodi
Teleriscaldamento, ma quanto ci costi: e restano i segni dei ripristini male eseguiti
6 ottobre 2017

Sono finiti da poche settimane i lavori per il teleriscaldamento in Piazza Mercato e via Volturno a Lodi che, oltre al ritrovamento di una necropoli, hanno arrecato disagi ai cittadini e non, impedendo il parcheggio e il passaggio nella piazza stessa.
Ad oggi, in questa zona ed in tutte le zone di Lodi coinvolte, rimangono i segni dei lavori non eseguiti al meglio, lasciando il manto stradale con solchi o dossi pericolosi sia per le macchine che per le biciclette e per i cittadini/pedoni.
In campagna elettorale avevamo già toccato questo tema, criticando lo stato dei ripristini, a nostro avviso non eseguiti a regola d’arte. Non mettiamo in dubbio come vengono realizzati i rattoppi stradali, che sicuramente sono stati fatti posando la giusta quantità di bitume grossolano più l’asfalto nella giusta misura, il tutto vibrato e compattato, oltre alla posa di rete elettrosaldata per evitare fessurazioni da carico, ma abbiamo messo in dubbio l’operato dei tecnici comunali che danno il benestare per il termine lavori.
Ora abbiamo rilevato che anche in Via Volturno i rattoppi appena terminati sono identici a quelli fatti in passato in altre vie. Ci rivolgiamo ai nostri colleghi di maggioranza, in particolare all’Assessore Claudia Rizzi affinché verifichi personalmente se i lavori sono stati realizzati ad opera d’arte.
Approfittiamo dell’argomento anche per segnalare all’Assessore Rizzi che in Via Lago Maggiore (primo tratto), oggetto anch’essa in passato di interramento di tubazioni per il teleriscaldamento, è diventato quasi impossibile transitare senza rischiare rotture ai pneumatici per auto, moto, bici, e forti disagi per i pedoni.
Di fatto i rattoppi che occupano la parte quasi centrale della via sono notevolmente sotto il livello del piano stradale fino e oltre i 20 cm e hanno anche grosse fessurazioni dove le ruote vanno a cozzare. E’ quasi impossibile evitare i disagi, perchè sulla via a senso unico si parcheggia in ambedue i lati della strada e quindi si transita per forza al centro della carreggiata stradale. Si rende necessario un intervento di ripristino di questo tratto della via, che auspichiamo possa avvenire a breve.
Nelle foto allegate si può notare lo stato di fatto delle vie Lago Maggiore e Volturno (appena ripristinata).

Domenico Ossino, referente per Lodi Partito Pensionati

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
11 commenti.
<< < 1 2 > >>
aterossakkom 14 ottobre 2017 12:25
Corso archinti, la strada che per lunghezza vanta il maggior numero di tombini e caditoie disseminate a mo di campo minato della faccia della terra, Appena asfaltata ma senza riportare in quota i tombini e le caditoie, risultato? slalom tra i tombini per non demolire le auto... troppo dispendioso portarli quota cosa che viene fatta in qualunque altra città o paese, ovvio che è più semplice e meno dispensioso per chi asfalta fare un lavoro di "mer*a" così... tombini sotto livello del manto stradale e per chi la fa abitualmente devastazione sospensioni e assetto, ma tanto chissene frega sempre gli stessi aprono il portafoglio ma dell'ufficio tecnico nessuno se ne accorge non è necessario essere "ingiegnieri*" per rendersene conto? inetti tutti!!! (*errore voluto)
scorpion 11 ottobre 2017 12:59
condivido pienamente, jena, mai smetter di far sentire la propria voce possiamo essere la coscienza del popolo assopito
jena 10 ottobre 2017 16:44
Una penna ferisce più di una spada. Non smettiamo mai di scrivere.
scorpion 10 ottobre 2017 13:26
Giorgio forse ha capito male o non mi sono spiegato bene in Corso Mazzini è proprio il rifacimento dei marciapiedi a causare i disagi. Nota di rimando casualmente questa mattina lo spazio da me menzionato era stato notevolmente ridotto. chissà come mai!?!
giorgio 09 ottobre 2017 09:47
Anche la parte finale di via lodivecchio (dal parco della solidarietà in poi fino al sottopassaggio della ferrovia) è ridotta malissimo, marciapiedi inclusi ... ma in questo caso il teleriscaldamento non c'entra nulla (non è arrivato) ... è frutto di una sistematica mancanza di manutenzione
scorpion 09 ottobre 2017 08:11
come vedi jena nel mio commento ho evitato appositamente di citare che il negozio è di extra comunitari anche perché l'usanza delle regalie non è solo tipicamente loro in molti casi la applicano anche gli italiani (ma non ti do torto)
gianca 08 ottobre 2017 22:45
...vedere anche Via Tiziano Zalli, Via Trento Trieste, tanto per citarne alcune...le strade di Lodi fanno tutte schifo !!!
jena 08 ottobre 2017 09:47
Eh si scorpion gli extracomunitari non si toccano. E Nemmeno i loro negozi.
scorpion 07 ottobre 2017 08:31
a proposito di Corso Mazzini, vi passo spesso anche perché lo studio del mio medico di famiglia è lì, e già in due diverse occasioni ho trovato l'ingresso della vietta che conduce allo studio sbarrata, esattamente come altre parti del corso, ieri mattina ripasso, dovevo andare dal medico e ho notato una cosa abbastanza strana le transenne erano installate davanti a molti negozi tranne che ha uno, poi chiaccherando con un anziano signore ho scoperto l'arcano: i titolari del negozio avevan regalato almeno una cassetta di frutta agli operai, non posso affermare che sia stato fatto deliberatamente al fine di aver il fronte negozio libero che tra l'altro vien usato per parcheggiarvi il furgone, ma beh il dubbio di una regalia finalizzata ad un vantaggio c'è, e comunque resta ingiusto nei confronti degli altri esercenti del corso.
acces 06 ottobre 2017 14:19
Ma se non si mettono in dubbio come sono stati i lavori (e quindi si presume siano stati fatti bene) che colpa ne hanno i tecnici?
mah.....