NEWS
lunedì 23 ottobre 2017 ore 08:10
S. Giovanni da Capestrano
IL GIORNALE IN EDICOLA
LETTERE
Le difficoltà incontrate dai visitatori della cattedrale vegetale
Non ci sono le panchine? Qualcuno ha portato un divano
1 agosto 2017

Gent. direttore

negli ultimi mesi la Cattedrale vegetale sta riscuotendo un crescente interesse da parte dei gruppi di turisti in visita alla città di Lodi, che sempre più frequentemente chiedono di inserirla negli itinerari di visita.

Data l’ubicazione del sito, i gruppi giungono con i bus gran turismo in via Ferrabini e, per poter raggiungere la Cattedrale vegetale per la via più breve, sono costretti a percorrere una scala priva di corrimano e di protezione laterale (si veda fotografia allegata) con tutti i rischi conseguenti.

In aggiunta non è presente nemmeno uno scivolo che possa permettere ai disabili di passare dal parcheggio al livello della strada che conduce alla Cattedrale.

Segnalo inoltre che, essendo l’area priva di punti ristoro, servizi igienici e panchine, qualche “premuroso cittadino” ha pensato di ovviare alla mancanza di sedute, posizionando un divano sotto alcuni alberi, come può constatare dalla fotografia che alleghiamo.

RingraziandoLa per l’attenzione riservataci, porgo cordiali saluti

Annunziata Miscioscia Associazione guide turistiche “Il Ghirlo”, guide turistiche abilitate per le Province di Cremona e Lodi

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
8 commenti.
scontenta 07 agosto 2017 12:15
pardon:errore di battuta migliorare
scontenta 07 agosto 2017 09:40
ognuno di noi compie ed ha compiuto degli errori,per distrazione, ignoranza (si intende non sapere),ognuno di noi cerca di imparare e di miliorare,
certo che ci vuole un bel coraggio e continuare ad ignorare segnalazioni, critiche, critiche costruttive, richieste lecite
ci vuole un bel coraggio a ridurre una città così e continuare a fare finta di nulla
non mi interessa chi deve fare qualcosa, è sempre compito e responsabilità di altri, ma ripeto SI FACCIA QUALCOSA, per questa città che non è la mia, è vostra certamente, come fate a fregarvene!!!!

bruno59 02 agosto 2017 13:59
..il divano potrebbe servire ad accogliere la delegazione di Costanza, città con cui siamo gemellati...
SPEZZATINO 02 agosto 2017 12:48
Un esempio di come si sfrutta un fiume e le potenzialità? Guastalla, 15 000 abitanti. Fatevi un giro e poi tornando a Lodi vi mettete a piangere
scontenta 02 agosto 2017 10:35
mi chiedo spesso se gli incaricati escano mai da Lodi, se escono e notano le differenze
ripeto:non è necessario che si sforzino, basta che copino dalle altre città
jena 01 agosto 2017 15:01
Ecco Lodi. Hanno pensato alla "Cattedrale" e poi al resto, cari cittadini Lodigiani, Italiani e turisti, arrangiatevi. Le progettazioni devono essere affidate a persone competenti. Non al primo eletto che pensa di sapere il TUTTO. Quello che racconta Annunziata e' sacrosanto. Ma Lodi e' cosi'. Raffazzonata per colpa di dilettanti. Non fate i cognomi. Si sanno.
Fender 01 agosto 2017 11:31
E vedrete tra un paio d'anni...
scontenta 01 agosto 2017 10:09
aspettiamo i turisti e quando arrivano non trovano accoglienza,qualità,ordine,organizzazione, servizi
forse se si facessero organizzare i percorsi e le strutture da chi è abituato a fare il turista, a chi ha visto come fanno le altre città , le altre nazioni, il risultato sarebbe migliore