NEWS
lunedì 23 ottobre 2017 ore 08:12
S. Giovanni da Capestrano
IL GIORNALE IN EDICOLA
LETTERE
casalpusterlengo
Ma lì gli “ambienti naturali” sono spariti alcuni millenni fa
27 luglio 2017

Gentile Direttore, il Movimento 5 Stelle, abituato a cercare inesistenti nefandezze altrui dimenticando le proprie, accusa la Giunta Comunale di Casale di smanie cementificatorie che, a ben vedere, sono ben lontane dalla realtà.

La “grande cementificazione dell’Ospedale e dei malati con distruzione di ambienti naturali” è, come tutti possono vedere dalla foto aerea, la richiesta di trasformazione urbanistica (non di costruzione) di una zona di proprietà dell’ASST che nulla c’entra con il parco antistante l’Ospedale, da questa ben separato come si vede in figura.

Alcune ulteriori spiegazioni: in questi anni l’Amministrazione ha intavolato una proficua collaborazione con l’ASST che ha consentito:

a) l’apertura del servizio di medicina sportiva,

b) l’apertura della farmacia comunale in via Fleming,

c) due punti prelievi nelle due frazioni e tanto altro. Inoltre

d) stiamo definendo un accordo per la concessione gratuita trentennale del Vecchio Ospedale, una bellissima struttura decò ormai abbandonata per destinarlo a fini sociosanitari. Dove sia l’orrore, in questo agire del Comune, non è dato sapere.

A noi pare, con buona pace dei nostri denigratori, che il Comune in questi anni abbia portato in città nuovi presidi medici, assistenziali e farmaceutici dando un nuovo impulso all’area. Nuovo impulso che non potrà che rafforzarsi con l’avvio dei lavori di innesto della Via Fleming, antistante l’Ospedale, su Via Conciliazione e via Rossini, il rifacimento degli asfalti di tutto il comparto, la creazione di parcheggi di fronte alla Casa di Riposo, con integrale conservazione di tutti gli alberi del filare. Tutto qui, e a nostro parere non è poco, altro che distruzione di “ambienti naturali” che in quella zona sono purtroppo spariti alcuni millenni fa.

L’ASST ha chiesto la trasformazione di un’area residuale a fini abitativi, impegnandosi a riutilizzare le risorse negli ospedali lodigiani. Una richiesta avanzata nell’ambito di rapporti tra enti che collaborano, ciascuno per la propria competenza, a un medesimo obiettivo che è la salute e il welfare dei cittadini.

Tutti per Casale - Casalpusterlengo

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
Nessun commento da visualizzare