NEWS
lunedì 23 ottobre 2017 ore 08:14
S. Giovanni da Capestrano
IL GIORNALE IN EDICOLA
LETTERE
I tagli nel Sudmilano
Così si rischia di uccidere il trasporto pubblico interurbano
18 luglio 2017

È notizia ufficiale che Autoguidovie, azienda di trasporti pubblici di linea operante nell’area del Sudmilano, effettuerà un taglio alle corse nei giorni festivi.

La riduzione del servizio festivo, causata dalla diminuzione delle «risorse destinate al TPL (trasporto pubblico locale) e in attesa di individuazione di quelle attualmente mancanti», comincerà dal 16 luglio 2017 e si protrarrà fino al 31 dicembre 2017.

Interessate dal provvedimento di soppressione saranno la Linea Z412 (Milano > S. Donato M.se > Peschiera Borromeo > Mombretto, Vigliano e Bettolino di Mediglia > Paullo > Zelo Buon Persico > Merlino > Comazzo) e la Linea Z411 (Milano > S. Donato M.se > Peschiera Borromeo >Bettolino e Vigliano di Mediglia > Pantigliate > Settala > Liscate > Melzo > Gorgonzola). La Linea Z420 sarà invece soggetta a una riduzione del 50 percento (Milano > S.Donato Milanese > S.Giuliano Milanese > Melegnano > Vizzolo Predabissi > Madonnina di Dresano > S.Zenone al Lambro).

Si segnala infine che nella settimana di Ferragosto l’intero servizio di trasporto in zona sarà dimezzato.

Tale situazione è causata dai tagli effettuati da Regione Lombardia, cui spetta trasferire i fondi alle province per il servizio di Trasporto Pubblico Locale (TPL). Nonostante la Regione si fosse impegnata a riadeguare il fondo con 2.800.000 di euro, ad oggi risulta non abbia versato alcunché.

«Regione Lombardia si è resa disponibile a reperire le risorse mancanti nell’assestamento del bilancio regionale (previsto per il 28 luglio prossimo) nell’ottica di non dover tagliare un servizio pubblico così importante - ha spiegato nei giorni scorsi Siria Trezzi, consigliere metropolitano con delega ai trasporti -. In attesa di risorse certe Città metropolitana di Milano ha proceduto a una razionalizzazione del trasporti, che dal 15 luglio al 30 agosto riguarderà i periodi di “morbida” salvaguardando il più possibile pendolari, lavoratori, studenti e le tratte in cui agisce solo ed esclusivamente il TPL su gomma».

Se Regione Lombardia mantenesse fede alla promessa di reperire fondi il problema a questo punto rientrerebbe e probabilmente Autoguidovie avrebbe la possibilità di ripristinare le corse soppresse o ridotte. In caso contrario, a partire dal primo settembre, i tagli che la neonata Agenzia di Bacino - a cui stata affidata la gestione del TPL interurbano - dovrà compiere, saranno drammatici.

Gli utenti «subiranno disagi nemmeno immaginabili oggi - continua il consigliere metropolitano -. Significherebbe “uccidere” il TPL interurbano proprio quando, invece, sarebbe giusto e facile prevedere e fare partire il tanto atteso “piano di bacino”».

«Siamo totalmente contrari a questi tagli - sbotta Franco Morabito, assessore paullese alla partita -. Com’è possibile che nel 2017 vengano isolati dei territori del milanese?!? Sopprimere un’intera linea, seppur nei giorni festivi, provoca non pochi disagi a chi si muove mediante trasporto pubblico. Senza dimenticare che oggigiorno diverse attività, ad esempio commerciali e ricreative, restano aperte anche di domenica e alcuni lavoratori delle stesse sono soliti utilizzare gli autobus. Chiediamo quindi ai soggetti coinvolti di rivedere le proprie posizioni e garantire gli spostamenti in un numero adeguato. Proveremo a contattare direttamente le istituzioni per smuovere le acque».

«Aderiamo e sosteniamo l’iniziativa promossa da Paullo, con cui abbiamo la massima sintonia - aggiunge Angelo Madonini, sindaco di Zelo Buon Persico -. Non devono essere penalizzati gli utenti del nostro territorio».

Ufficio Stampa Comune di Paullo

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
Un commento.
Pierino 21 luglio 2017 09:21
grazie Angelo! MA I consiglieri della LEGA che dicono? sono d'accordo?