NEWS
venerdì 21 luglio 2017 ore 18:38
S. Lorenzo da Brindisi
IL GIORNALE IN EDICOLA
PRIMOPIANO
Polveri
Piogge in calo dell’80 per cento, è ancora allarme smog a Lodi
21 febbraio 2017

È allarme smog in Lombardia. Un inverno asciutto quello del 2017 che ha fatto registrare -80% delle piogge tra dicembre e gennaio. I laghi sono in affanno; l’analisi di Coldiretti Lombardia mette in luce un quadro che vede la maggior parte dei bacini lombardi al di sotto dello zero idrometrico. Unico a salvarsi è il lago di Garda con 107,9 centimetri contro la media di 97,4. A far preoccupare è anche la presenza di polveri nell’aria. A Milano oggi è stato il terzo giorno consecutivo di sforamento delle concentrazioni di pm10, Lodi intanto si avvia a superare il limite annuale dei 35 sforamenti. La causa, come evidenzia Coldiretti, è dovuta sia ai cambiamenti climatici, sia alla scarsa disponibilità pro-capite di spazi verdi nei centri urbani, che in alcune province lombarde resta nettamente al di sotto della media nazionale. «È necessario favorire la conservazione del verde pubblico e privato» ha dichiarato Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Lombardia. Infatti una pianta adulta, in un anno, soddisfa il fabbisogno di ossigeno di 10 persone e può assorbire dai 20 ai 50 chili di CO2.

Antonella Ferrari

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
4 commenti.
Barman 21 febbraio 2017 18:23
Il deserto avanza! tra poco tempo dune di sabbia si formeranno a contorno delle prealpi
Cp Harlock 21 febbraio 2017 18:13
La trasformazione del suolo da agricolo a edificabile fa dimenticare tutti i buoni propositi ambientalisti...
E cmq la fine ultima del pioppeto è sempre il taglio. Non è che uno coltivi pioppeti x farci volare le allodole!
Garibaldi 21 febbraio 2017 17:36
Altro che spazi verdi nei centri urbani, è proprio di pochi giorni fa l'articolo del Cittadino che denunciava la scomparsa dell'80% dei pioppeti nel lodigiano dal 2014 ad oggi. Senza contare che il territorio lodigiano è praticamente diventato una logistica unica. Abbiamo un tasso di mortalità per tumori elevatissimo. Ma Coldiretti, come tutti i responsabili del nostro territorio, di cosa stanno parlando?
Manx1979 21 febbraio 2017 17:25
Da qualche parte lessi che le piante favoriscono in qualche modo anche la pioggia, oltre ad aumentare l'ombreggiatura e quindi il fresco d'estate. vedo purtroppo che invece tagliano ovunque, e la nostra pianura diventa sempre più gialla, brulla, spelata, triste.