NEWS
venerdì 20 ottobre 2017 ore 18:02
S. Maria Bertilla Boscardin
IL GIORNALE IN EDICOLA
SUDMILANO
Il caso
Topi all’asilo a Melegnano, bimbi sfrattati per altre due settimane
26 settembre 2017

Vicenda topi nell’asilo comunale, slitta ancora la riapertura. I bimbi “sfrattati” ospitati al Trombini per altre due settimane: palazzo Broletto apre nuovi spazi per accoglierli tutti. Ma l’ex sindaco Bellomo parte all’attacco, si fa infuocata la polemica politica. Il caso è quello della scuola dell’infanzia in via Campania a nord di Melegnano, nei cui locali interni all’inizio di settembre è scoppiato l’incubo topi. Di qui la decisione dell’attuale amministrazione Pd alla guida di Melegnano, che in questi ha rimandato al 9 ottobre la riapertura dell’asilo comunale. «Il sopralluogo eseguito nel fine settimana ha evidenziato la progressiva risoluzione del problema - ha dichiarato ieri pomeriggio l’assessore a lavori pubblici e ambiente Maria Luisa Ravarini -. Nelle prossime due settimane saranno quindi eseguiti gli interventi di sanificazione e pulizia di locali, arredi e materiale didattico, attraverso i quali sarà possibile ripristinare le idonee condizioni igienico-sanitarie dell’edificio scolastico. Stiamo parlando di tempi fisiologici da rispettare per scongiurare qualsiasi tipo di rischio: ci scusiamo nuovamente con le famiglie, ma si tratta di una decisione inevitabile vista la situazione». Dato il protrarsi dell’inagibilità della scuola in via Campania, i circa 230 bimbi «sfrattati» continueranno ad essere ospitati nella gloriosa palazzina Trombini all’angolo tra le vie Giardino e Medici, che già un paio di settimane fa palazzo Broletto aveva individuato come soluzione alternativa. «Proprio per accogliere tutti i piccoli - precisa ancora l’assessore Ravarini -, abbiamo aperto altri due locali al piano terra, che verranno messi anch’essi a disposizione dei bimbi per l’attività didattica». Sempre nella giornata di ieri, però, l’ex sindaco ed oggi leader consiliare di Forza Italia Vito Bellomo non ha rinunciato alla stoccata polemica: «In base a quanto fatto sapere dalla stessa amministrazione, sin dalla fine di giugno il sindaco Rodolfo Bertoli era al corrente dell’invasione di topi nell’asilo comunale in via Campania - scrive Bellomo in una nota -. Tra i mesi di luglio e agosto, però, non è stato fatto nulla per debellare in qualche modo il fenomeno. E così siamo arrivati a settembre, quando è scoppiato in tutta la sua gravità. Basti pensare che, se l’asilo riaprirà davvero il 9 ottobre, saremo in ritardo di un mese rispetto alla data d’inizio dell’anno scolastico. A subire i maggiori disagi sono state proprio le famiglie - ribadisce l’ex sindaco di Melegnano in conclusione -: sinora la palazzina Trombini non è riuscita ad ospitare tutti i piccoli che frequentavano la scuola dell’infanzia in via Campania».

Stefano Cornalba

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
7 commenti.
UltrasPice 27 settembre 2017 14:56
è notizia odierna che anche un asilo a roma è stato chiuso per caso simile.
Pengyou 27 settembre 2017 12:35
Ma i gatti di una volta si sono estinti oppure anche loro sono diventati dei pusillanimi che hanno paura di fare quel lavoro che rientrerebbe nei loro doveri?
Pengyou 27 settembre 2017 12:32
Ma i gatti di una volta si sono per caso estinti?
UltrasPice 26 settembre 2017 13:33
del debbio direbbe:
topolini di destra e topolini di sinistra e intanto i nostri politici che fanno ?
Pierino 26 settembre 2017 12:21
ma i bambini in più dove vengono mandati?
FEBS58 26 settembre 2017 11:29
momento topico, strapazzare di coccole i bimbi
marina villa 26 settembre 2017 10:58
La giunta di destra, che purtroppo abbiamo avuto per 10 lunghi anni, non ha voluto risolvere tanti problemi, tra cui questo dei topi, che ogni tanto si presentava. Non è certo nuovo il problema. Perché non è stato fatto un lavoro serio per una definitiva risoluzione? Signori della destra avete avuto ben 10 anni per farlo!!!!! Ora dovreste solo vergognarvi di aver lasciato Melegnano con tante situazioni problematiche. Ora attaccate chi vuol lavorare seriamente per ridare una scuola igienica e sicura per la salute dei nostri bambini.