NEWS
venerdì 20 ottobre 2017 ore 18:18
S. Maria Bertilla Boscardin
IL GIORNALE IN EDICOLA
SUDMILANO
Logistica
Notte di scontri e tensione di cancelli della Sda di Carpiano
26 settembre 2017

Cassonetti rovesciati, vetri in frantumi e scontri a colpi di bastone: tensione alle stelle lunedì sera a Carpiano davanti ai cancelli della Sda. Denunciando criticità di varia natura, da giorni un gruppo di facchini stanno scioperando bloccando di fatto l’attività della Sda, che rappresenta un polo strategico per l’attività dell’azienda a livello nazionale.

Ecco perché ieri sera a Carpiano hanno fatto tappa i lavoratori della Sda in arrivo da varie zone d’Italia, che invece volevano riprendere l’attività di fatto paralizzata dalla protesta dei manifestanti. È nato da qui lo scontro tra le opposte fazioni, durante il quale sono stati in particolare distrutti i vetri di un paio di macchine dei lavoratori in arrivo a Carpiano da tutta Italia.

Sul posto sono dunque intervenuti in forze i carabinieri e la polizia, ma anche i vigili del fuoco e gli stessi sanitari del 118, che hanno accompagnato un paio di manifestanti al pronto soccorso del Predabissi. In entrambi i casi, comunque, le loro condizioni non hanno destato particolari allarmi.

Grazie alla presenza massiccia delle forze dell’ordine, comunque, la situazione è tornata progressivamente sotto controllo. All’1.30, infine, i lavoratori in arrivo da tutta Italia hanno lasciato Carpiano, mentre è invece continuata per l’intera nottata la protesta dei facchini.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
4 commenti.
Taman Shud 28 settembre 2017 08:39
Xenon e il suo futuro distopico.
cloro62 27 settembre 2017 19:00
che noia.. e che sicumera!! parlare senza informarsi non è una bella cosa. consiglio la frequentazione di sindacati e lettura di libri seri.
xenon 27 settembre 2017 08:53
AlesSac ha ragione. La concorrenza è spietata e per stare a galla si prendono autisti stranieri che costano meno e non stanno zitti alle regole che piovono dall'alto. Vi risulta che gli italiani non vogliono fare questo lavoro? Quante stupidate abbiamo letto a proposito. Tra poco, come per la distribuzione dei volantini pubblicitari, ci sarà uno straniero che aprirà un'azienda di corrieri ed assumerà solo stranieri. Aumenterà sicuramente quell'undici per cento di disoccupati italiani. Ci sono già cooperative gestite da stranieri che assumono solo i loro connazionali e i nostri imprenditori ne approfittano. AlesSac, ne vedremo delle belle, o meglio delle brutte.
AlesSac 26 settembre 2017 13:14
La guerra fra poveri che fa tanto comodo ai ricchi. Noi ci scanniamo e loro ingrassano! Evvai con la solita giostra; venghino signori venghino.