NEWS
mercoledì 20 settembre 2017 ore 02:01
Ss. Andrea Kim e compagni
IL GIORNALE IN EDICOLA
SUDMILANO
Casalmaiocco
Spacciatore cerca di fuggire nei campi ma viene arrestato
8 settembre 2017

Alla vista dei carabinieri l’auto si è infilata in una strada sterrata di campagna. Ma non è bastato per sfuggire al controllo. A bordo c’era uno spacciatore di 19 anni di origini marocchine, seduto dietro, che ha anche tentato una fuga a piedi nei campi, naufragata però nel giro di pochi metri. L’autista invece era un suo cliente italiano. Quest’ultimo è stato solo segnalato alla prefettura come consumatore, mentre lo straniero è stato arrestato.

Il blitz, in una zona già segnalata per movimenti sospetti e una presunta attività di spaccio, è avvenuto poco prima della mezzanotte di mercoledì sulla provinciale 159 Sordio-Bettola, all’altezza di un nuovo cavalcavia in territorio di Casalmaiocco. La pattuglia della stazione di Tavazzano ha notato quindi la Fiat Bravo che scendeva dal cavalcavia e poi si inoltrava in una strada di campagna, solitamente percorsa solo da mezzi agricoli, e così l’hanno raggiunta e bloccata. A suscitare ancora più sospetti, il fatto che le due persone a bordo fossero una alla guida e l’altra sui sedili posteriori.

Quando è fuggito a piedi, lo straniero (B.M. le iniziali) aveva in mano una busta di cellophane, da cui ha gettato a terra una polvere bianca (cocaina). All’interno ne sono rimasti solo 5 grammi. In auto invece c’erano 21 grammi di eroina, 17 di marijuana divisa in due involucri, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento e la somma di 465 euro in banconote di piccolo taglio, probabile provento dello spaccio. Tutto è stato posto sotto sequestro dall’Arma.

Il 19enne in tribunale ha ammesso di non avere un lavoro e che lo spaccio è la sua unica occupazione. Il giudice, dopo la convalida del fermo, ha disposto nei suoi confronti la misura cautelare dell’obbligo di dimora a Milano (lui ha detto di abitare in via Ripamonti con un connazionale), con l’obbligo di presentazione tutti i giorni presso la caserma competente per quella zona.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
11 commenti.
<< < 1 2 > >>
emmyly 13 settembre 2017 10:37
Tutti lo sanno, nessuno lo dice...
UltrasPice 12 settembre 2017 09:40
cloro direbbe che catturano solo i piccoli spacciatori immigrati perché sono razzisti e non catturano volutamente gli italiani...
emmyly 11 settembre 2017 12:07
Chissà perché se catturano solo i piccoli spacciatori e no i loro grandi fornitori...
bruno59 11 settembre 2017 09:12
"..Il giudice, dopo la convalida del fermo, ha disposto nei suoi confronti la misura cautelare dell’obbligo di dimora a Milano (lui ha detto di abitare in via Ripamonti con un connazionale), con l’obbligo di presentazione tutti i giorni presso la caserma competente per quella zona...."
Arrestarlo per poi lasciarlo libero?
Ottimo.

"..Lui ha detto di abitare.."
Ottimo e ridicolo.
sergioalessi 09 settembre 2017 15:34
Basta con questo razzismo. Di origine marocchine; impossibile non ci credo
Jean-Luc 09 settembre 2017 10:47
fosse capitato ad un italiano gli avrebbero sequestrato l'auto con denuncia a piede libero e condanna da qualche migliaia di euro.
xenon 09 settembre 2017 08:32
Mai che ci sia un marocchino che scrive su queste pagine. Mai visto un marocchino leggere Il Cittadino cartaceo. Ma che risorse sono?
portuense 09 settembre 2017 08:02
mandarlo a spacciare al suo paese ? l'europa ci condanna per le carceri troppo piene ? gli stranieri che sono in carcere co pene fino a 3 anni rispedirli al loro paese cosi si avra' carceri meno piene,piu' sicurezza e meno spese ......
luciano62 08 settembre 2017 12:20
Considerato che in Italia la delinquenza " nostrana" non manca assolutamente, almeno quella "importata" non potremmo rimandarla al mittente?
Assistenza umanitaria va bene, ma non a chi delinque.
danielog 08 settembre 2017 11:34
rimandatelo a casa per quale motivo gli dobbiamo pagare vitto e alloggio in galera ammesso che ci rimanga ?

e trovo troppo piccola la punizione della segnalazione come consumatore con tutto quello che c'era in auto