NEWS
domenica 19 febbraio 2017 ore 17:35
S. Corrado Confalonieri
IL GIORNALE IN EDICOLA
SUDMILANO
Vizzolo
Neonato muore nel grembo della madre: indaga la Procura
4 gennaio 2017

(ore 18) «Regione Lombardia è vicina al dolore che ha colpito la mamma e tutta la famiglia del neonato deceduto all’ospedale Vizzolo Predabissi di Melegnano. Abbiamo immediatamente affidato l’incarico all’Ats della Città metropolitana di costituire una Commissione di verifica delle procedure utilizzate dal momento dell’arrivo della paziente presso la struttura fino al tragico epilogo. La Commissione è composta da quattro specialisti, un neonatologo, un pediatra, un ginecologo e un medico legale, uno indicato dalla Dg Welfare, uno dall’Ats della Città Metropolitana, uno dall’ Asst Fatebenefratelli-Sacco e uno dall’ospedale Maggiore Policlinico, Mangiagalli e Regina Elena-Fondazione Ircss. Il nostro preciso impegno è stabilire se vi siano state responsabilità dei medici anche se dagli approfondimenti fatti dall’ Asst di Melegnano e della Martesana parrebbero essere state rispettate tutte le procedure». Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera in merito al decesso del neonato avvenuto all’ospedale Predabissi di Vizzolo.

(ore 9) Bimbo muore nel grembo della madre, il cesareo d’emergenza non basta per salvargli la vita. Dramma all’ospedale Predabissi di Vizzolo. Scatta la denuncia ai carabinieri dei genitori di Merlino, la procura di Lodi apre un’inchiesta per accertare eventuali responsabilità.

In base a quanto ricostruito sinora, attorno alle 16 del 2 gennaio la 33enne di Merlino ha iniziato ad accusare forti dolori addominali, tanto da farsi accompagnare al pronto soccorso da cui, dopo essere stata sottoposta ad una visita ginecologica, viene dimessa un paio d’ore dopo con la rassicurazione che non ci sono problemi.

Attorno alle 20, però, è costretta a tornare in ospedale perché ai dolori si aggiungono delle perdite di sangue. Stavolta Simona viene ricoverata e, dopo una serie di controlli, i dottori decidono di anticipare il parto.

All’inizio l’ipotesi è di procedere per vie naturali, così alla donna viene fatta l’epidurale. Ma all’improvviso i monitor iniziano a registrare che il battito cardiaco del bimbo è troppo flebile: a quel punto si opta per il cesareo d’emergenza, ma purtroppo non c’è nulla da fare.

Adesso toccherà alla procura lodigiana fare chiarezza sulla tragica vicenda.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
18 commenti.
<< < 1 2 > >>
miriam 04 gennaio 2017 16:07
Un abbraccio a questi genitori e che il Signore dia a loro la forza per superarlo...Condoglianze anche al nostro Giuseppe per la dolorosa perdita della cara moglie....
Mabi71 04 gennaio 2017 15:51
Condoglianze ai genitori.
Pretendete con tutti i mezzi chiarezza e giustizia
cecio89 04 gennaio 2017 15:02
Giuseppe, sentite condoglianze... :(
Lyannastark 04 gennaio 2017 14:47
Un grande abbraccio ai genitori. Non posso neanche immaginare il dolore che stanno provando in questo momento.

Quello che dice cecio89 sull'Ospedale di Lodi è corretto :)
Grethel 04 gennaio 2017 13:34
Al solito, bisognerebbe aspettare a commentare in modo che sia fatta piena luce sul caso, inutile dare colpe a caso quando non si conoscono i fatti.
Il dispiacere e il senso di sconforto nel leggere questa notizia è indescrivibile, vorrei dare un abbraccio alla famiglia e un saluto e un bacio al piccolo, ovunque sia.
cecio89 04 gennaio 2017 12:42
Come al solito, l'AO di Vizzolo rappresenta l'eccellenza lombarda...

10 anni mi hanno ridotto una frattura all'alluce destro, ma durante l'operazione o le medicazioni successive da loro effettuate ho contratto un'infezione che mi porta costantemente all'incarnimento dell'unghia. Loro non hanno colpe.

5 anni fa la mia compagna, dopo una brutta distorsione, è andata al PS con una caviglia grossa come un melone ma in sala gessi "non ti mettiamo nessuna fasciatura o benda perché fa caldo, meglio così no?" (era agosto). Le fa male ancora adesso nelle giornate umide, e loro non hanno colpe.

E queste cose accadute a me e lei non sono NULLA se paragonate a questo scempio accaduto ieri...
L'ospedale di Lodi, mi pare, ha un centro di neonatologia: fosse per me, sarei sicuramente più sicuro a portare la mia compagna là.

Un forte abbraccio alla coppia. Queste cose non possono succedere nel 2016.
giuseppebr51 04 gennaio 2017 12:28
Anche mia moglie il 28/12 è morta in questo ospedale non sapendo ancora cosa è successo in quella saletta d'emergenza del pronto soccorso. Aspettiamo le cartelle cliniche perché oltre a lasciare me ha lasciato a soli 66 anni un figlio di 30 in circostanze misteriose. L'unica cosa che ci hanno detto che era tutta scoaugulata. Il motivo del decesso ancora misterioso.
pazzele 04 gennaio 2017 10:17
non si vorrebbero mai sentire notizie simili

una preghiera per il piccolo

ed anche per i genitori perchè possano superare questo doloroso momento