NEWS
lunedì 23 ottobre 2017 ore 13:30
S. Giovanni da Capestrano
IL GIORNALE IN EDICOLA
LODI
Lodi
Il carabiniere ucciso in città bassa: il caso è stato archiviato
12 settembre 2017

La procura della Repubblica di Lodi e il gip hanno scritto la parola fine sulle indagini per la morte del carabiniere di quartiere Giovanni Sali, 48 anni, trovato in fin di vita nel pomeriggio di sabato 3 novembre 2012 in via del Tempio a Lodi. Il giudice ha accolto la richiesta di archiviazione avanzata dal procuratore Domenico Chiaro riconoscendo l’esaustività delle indagini svolte ma non escludendo del tutto l’ipotesi di un omicidio, che la procura invece ritiene di escludere sulla base di numerosi indizi. Solamente un ricorso per Cassazione potrebbe far riaprire il caso a meno che, ormai a distanza di quasi cinque anni, non emergano elementi nuovi significativi. I particolari sull’edizione di mercoledì 13 de Il Cittadino.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
12 commenti.
<< < 1 2 > >>
OTTOBRE 12 settembre 2017 21:12
No caragnon, questo articolo fa intendere un altra cosa. Credo che nessuno comunque sapra' mai la verita'
caragnon 12 settembre 2017 16:27
Quindi in Italia è possibile che qualcuno muoia per un proiettile senza che si scopra come è successo?
Probabilmente il carabiniere Sali deve essere caduto di petto sopra al proiettile appoggiato a terra...