NEWS
lunedì 23 ottobre 2017 ore 13:28
S. Giovanni da Capestrano
IL GIORNALE IN EDICOLA
LODI
Lodi
Un profugo arrestato per spaccio nel parco di via Fascetti
11 settembre 2017

I Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Lodi, hanno tratto in arresto A.D., 23enne del Gambia, domiciliato a San Martino in Strada, dove è ospitato quale profugo richiedente asilo, perché resosi responsabile di spaccio aggravato di sostanze stupefacenti.

In particolare i militari operanti, durante una specifica attività di controllo, finalizzata alla repressione dello spaccio di droga ai giovani, hanno dato luogo all’interno del parco pubblico sito in Lodi, via Fascetti, ad un apposito servizio di osservazione, che permetteva di cogliere A.D., mentre cedeva un grammo di marijuana ad un ragazzo, dietro il compenso di cinque euro.

I Carabinieri, vista la scena, immediatamente hanno controllato l’acquirente, identificato in un minorenne incensurato del capoluogo, il quale, compreso il motivo del controllo, consegnava spontaneamente lo stupefacente appena acquistato.

Contemporaneamente, si è proceduti a bloccare lo straniero, il quale accortosi dell’arrivo dei militari, ha tentato la fuga a piedi, venendo però bloccato a fatica dopo una brevissima colluttazione. Lo stesso sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di ulteriori 20 grammi della medesima sostanza e della somma contante di 25,00 euro, in banconote di piccolo taglio, provento dell’attività illecita.

Droga denaro sono stati posti sotto sequestro.

Considerata la gravità della condotta, posta in essere in pieno giorno, all’interno di un parco pubblico e nei confronti di un minore, A.D. è stato tratto in arresto nella flagranza di spaccio di sostanze stupefacenti aggravato, nonché resistenza a pubblico ufficiale.

In data odierna l’arresto è stato convalidato dal Tribunale Ordinario di Lodi, che ha scarcerato il reo, applicandogli la misura dell’obbligo di dimora in San Martino in Strada.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
50 commenti.
<< < 4 5 > >>
Silvester 11 settembre 2017 18:54
ESPULSIONE IMMEDIATA CON ACCOMPAGNAMENTO ALLA FRONTIERA !!!!!!!!!!!!!!!
QUESTE SONO LE RISORSE DELLA SIG. BOLDRINI !!!!!!!!!!!!!
sergioalessi 11 settembre 2017 18:38
grazie alla signora Prefetta che ci fornisce queste risorse tanto utili al paese
Pierino 11 settembre 2017 18:26
risorsaaaa che vuole pagargi la pensione
giorgio 11 settembre 2017 17:56
Ma bene ... ora voglio proprio leggere cosa scrivono i soliti buonisti che scrivono su questo forum ... avanti, vi stiamo aspettando ...
xenon 11 settembre 2017 17:44
never, non capisco dove vuoi andare. Il minorenne non è ospitato da noi, l' Italia è casa sua e ne pagherà le conseguenze per quello che ha fatto. Certo avrà dei genitori con un bel problema da risolvere. Vanno aiutati i genitori e questo ragazzo a venirne fuori e non sperperare denaro a chi ti frega se lo ospiti. Mi pare una bella differenza sostanziale.
never summer 11 settembre 2017 17:10
vendeva a un minorenne incensurato del capoluogo...
xenon 11 settembre 2017 16:34
E daje n'artro. Menano pure le nostre Forze dell'Ordine. Farà ancora parte dell'opera di inserimento? Ma svegliamoci e dirottiamo le risorse a quella povera gente di Livorno.
jena 11 settembre 2017 16:28
Bravi come al solito i CC.
alex 11 settembre 2017 16:26
Considerata la gravità della condotta, posta in essere in pieno giorno, all’interno di un parco pubblico e nei confronti di un minore............l’arresto è stato convalidato dal Tribunale Ordinario di Lodi, che ha scarcerato il reo, applicandogli la misura dell’obbligo di dimora in San Martino in Strada.Non riesco a digerirlo questo mancato nesso di causa /effetto...
alex 11 settembre 2017 16:24
se spaccio ad un minore danno anche a me un balndo quanto inefficace obbligo di dimora o inizio una piccola odissea giudiziaria nonchè personale?