NEWS
lunedì 23 ottobre 2017 ore 13:25
S. Giovanni da Capestrano
IL GIORNALE IN EDICOLA
LODI
Lodi
Un profugo arrestato per spaccio nel parco di via Fascetti
11 settembre 2017

I Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Lodi, hanno tratto in arresto A.D., 23enne del Gambia, domiciliato a San Martino in Strada, dove è ospitato quale profugo richiedente asilo, perché resosi responsabile di spaccio aggravato di sostanze stupefacenti.

In particolare i militari operanti, durante una specifica attività di controllo, finalizzata alla repressione dello spaccio di droga ai giovani, hanno dato luogo all’interno del parco pubblico sito in Lodi, via Fascetti, ad un apposito servizio di osservazione, che permetteva di cogliere A.D., mentre cedeva un grammo di marijuana ad un ragazzo, dietro il compenso di cinque euro.

I Carabinieri, vista la scena, immediatamente hanno controllato l’acquirente, identificato in un minorenne incensurato del capoluogo, il quale, compreso il motivo del controllo, consegnava spontaneamente lo stupefacente appena acquistato.

Contemporaneamente, si è proceduti a bloccare lo straniero, il quale accortosi dell’arrivo dei militari, ha tentato la fuga a piedi, venendo però bloccato a fatica dopo una brevissima colluttazione. Lo stesso sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di ulteriori 20 grammi della medesima sostanza e della somma contante di 25,00 euro, in banconote di piccolo taglio, provento dell’attività illecita.

Droga denaro sono stati posti sotto sequestro.

Considerata la gravità della condotta, posta in essere in pieno giorno, all’interno di un parco pubblico e nei confronti di un minore, A.D. è stato tratto in arresto nella flagranza di spaccio di sostanze stupefacenti aggravato, nonché resistenza a pubblico ufficiale.

In data odierna l’arresto è stato convalidato dal Tribunale Ordinario di Lodi, che ha scarcerato il reo, applicandogli la misura dell’obbligo di dimora in San Martino in Strada.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
50 commenti.
<< < 1 2 > >>
bruno59 19 settembre 2017 13:10
Giorgio, facciamo a capirci? Io non mi sono lamentato per niente. Lo vede che non sono io quello prevenuto?
Prima di lei in parecchi hanno contestato leggendo una parola si e tre no...
Io do addosso a chi pretende di risolvere il problema trovando soluzioni impossibili del tipo "rispediamoli a casa2 e ccetera.
Giustissimo, ma rispedirli a casa bisogna che ci sia un paese che li accolga..Punto.
Il succo della faccenda è controllare, per poi rimandare.., e non farne arrivare altri.
Non si tratta di spedire un pacco con DHL, ma persone che non vogliono andarsene..Li lega su un aeroplano, ci mette un carabiniere per profugo? chi paga? chi fa in modo che i libici non ci abbattano l'aereo o affondino la nave senza scatenare una guerra?
Se giochiamo ai soldatini, possiamo anche divertirci, ma se si discute bisognerebbe farlo con il cervello..
Non alludo a lei, prima che fraintenda..
giorgio 19 settembre 2017 08:40
Caro Bruno59, vedo che il suo gusto per la contraddizione a prescindere ha sempre il sopravvento ... quando chi come me sostiene che la politica dell'accoglienza a prescindere senza regole può portare a dei problemi ci da addosso ... quando lei dice le stesse cose e le si fanno i complimenti ci da addosso lo stesso ...
bruno59 18 settembre 2017 14:34
Non ci sono mai stato nel partito dei "buonisti".
Solo che leggendo in fretta non si capisce che contesto solo soluzioni fantasiose ed inapplicabili.
Poi qualcuno, capendo il classico pir per pum, mi da la patente di comunista, buonista...Veda lei.
giorgio 18 settembre 2017 13:06
Caro Bruno59, grande!!! Vedo che sta abbandonando anche lei il partito dei buonisti senza se e senza me!!!
bruno59 18 settembre 2017 10:56
Legga meglio quello che scrivo, Giorgio.
Ho sempre detto che quello che latita è l'applicazione della legge. Riassumendo , chi non è in regola non deve circolare liberamente nè tanto meno essere mantenuto.
assistito umanitariamente fino al chiarimento della posizione(settimane, non mesi!!) e poi espulso o messo in condizione di non nuocere.
Per esperienza personale so benissimo il costo e la trafila che deve fare chi può e vuole regolarizzarsi e mi "irrito" all'inverosimile con chi pretende facilitazioni per chi arriva clandestinamente.
giorgio 17 settembre 2017 21:40
Caro Bruno59, la ringrazio per la delucidazione. Visto che manifestare l'importanza del tema della sicurezza non è "costruttivo" ed è solo "sarcasmo vuoto" (per usare le sue parole), mi permetta di chiederle un ulteriore chiarimento: quali sarebbero invece le sue proposte? Non mi sembra di averne lette nei suoi commenti ...
jena 16 settembre 2017 19:50
Da che pulpito miriam. Tu hai sempre attaccato tutti quelli che la pensano diversamente da te perché tu sei l'eletta. O almeno così pensi tu.
miriam 16 settembre 2017 18:32
giorgio, soncino e bruno non litigate perchè mi sembra che siate tutti a tre allo stesso livello, cioè molto preparati da riscuotere interesse a chi Vi legge
UltrasPice 16 settembre 2017 09:01
voi critici personaggi austeri militanti severi
chiedo scusa a vossia
di solito ho da far cose più serie
costruire su macerie
o mantenermi vivo...
guccini francesco
bruno59 15 settembre 2017 12:14
Giorgio,alludevo al fatto che in questo post non ha portato alcun contributo "costruttivo".Anche opposto alle mie idee.
Leggo solo sarcasmo vuoto.