NEWS
venerdì 20 ottobre 2017 ore 19:45
S. Maria Bertilla Boscardin
IL GIORNALE IN EDICOLA
LODI
alle porte della città
Lodi, protesta dei profughi per la carta di identità
31 agosto 2017

Senza carta d’identità, scatta la protesta di una quindicina di migranti. Ieri mattina, nei pressi di cascina Gambarina, lungo l’arteria Lodi - casello sulla Sp 235, i profughi accolti dalla cooperativa Fuori luoghi di Melegnano, hanno messo in piedi una contestazione per ottenere i documenti. Sul posto sono arrivati gli agenti della questura e poi i carabinieri. La polizia ha raccolto le loro richieste. «Hanno spiegato che sono senza carta d’identità e che vorrebbero cambiare alcune regole interne - spiegano dalla questura -. Loro per esempio, sono tenuti a firmare il foglio presenze tra le 8 e le 10 della mattina, invece vorrebbero farlo alle 17. La manifestazione, partita alle 8 della mattina, non ha creato alcun problema, né alla viabilità, visto che la casa è lontana dalla strada, né alla sicurezza».

Il responsabile dell’area migranti della cooperativa, Marco Ferrario, è dalla loro parte. «È giusto che abbiano la carta d’identità - commenta -, adesso abbiamo inoltrato le loro richieste al sindaco. Nella casa abitano 38 persone. Altri Comuni hanno concesso la carta d’identità. Quello di Lodi ha detto che ci doveva pensare. La carta di identità serve loro se devono cambiare casa, trovare un lavoro o utilizzare la Poste-pay».

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
14 commenti.
<< < 1 2 > >>
Albertissimo 01 settembre 2017 09:29
La regola è semplice...non hai i documenti? Non entri e te ne ritorni a casa!
bruno59 01 settembre 2017 09:26
Atreiu, forse i pochi che lavorano hanno qualche problema a firmare fra le 8 e le 10..
Forse...
Sulle cooperative concordo.
Fender 01 settembre 2017 09:02
Altro marocchino violentatore a rimini... altra donna di 81 anni violentata a milano... avanti cosi' in afritaglia... e state pure a dare retta alle richieste di questi mantenuti nullafacenti!
G.Rivera 10 01 settembre 2017 08:50
Chiedo scusa, ma se sono loro a protestare, significa che qui non stanno bene, ergo che se ne vadano via in un altro paese, così come hanno fatto venendo in Italia. Oltre tutto quello che gli è stato dato e concesso, ora protestano pure, sono liberi di tornare al loro paese, oppure di andare in un altro stato.
Atreiu 01 settembre 2017 07:39
Trovo molto furba la richiesta di firmare la presenza alle 17:
siccome tra le 8 e le 10 è evidentemente troppo presto, cioè per essere li al mattino dovrebbero tornare al centro la sera entro un certa ora (come immagino sia), invece col controllo alle 17 potrebbero fare ciò che vogliono e passare la notte in libertà (così magari si creano altri problemi).
Esprimo anche perplessità su queste cooperative nate dal nulla come funghi, che continuano ad operare con una ridicola autorizzazione iniziale e controlli zero dopo.
UltrasPice 31 agosto 2017 20:57
qualcuno della mia età si ricorderà del comico pappagone che avrebbe detto: ecquecquà la carta dindindirindà pirichè siamo vincoli o sparpagliati?
Marius68 31 agosto 2017 20:30
Grande. E cosa scrivi sul documento, quello che dichiarano loro?
Jean-Luc 31 agosto 2017 19:11
ridicole le loro richieste, aberranti le parole di chi li difende.
Rampa 31 agosto 2017 18:48
Sono sulle nostre spalle in tutto e per tutto, ovviamente la carta di identità gratis, noi marca da bollo ecc.. tassa d'ufficio ecc....ma chi li ha voluti sti energumeni che non fanno altro che chiedere soldi in ogni angolo di ogni paese, supermercati cimiteri chiese, adesso basta,
KDE 31 agosto 2017 16:27
Ma siamo sicuri che siano profughi? Moltondinloro anzi la maggioranza e migrante economico...