NEWS
martedì 22 agosto 2017 ore 16:41
S. Filippo Benizi
IL GIORNALE IN EDICOLA
LODI
Elezioni
Ballottaggio, ufficiale l’apparentamento tra Maggi e Casanova
16 giugno 2017

Ballottaggio a Lodi, Lorenzo Maggi scioglie le riserve e decide di fare l’apparentamento con Sara Casanova. La decisione è stata comunicata ufficialmente nel pomeriggio di oggi venerdì 16 giugno. «Io sono sempre stato liberale di centro destra» ribadisce Maggi. La candidata del centrodestra dal canto suo ha insistito molto sul rinnovamento, «c’è davvero l’opportunità di cambiare il sistema di potere durato vent’ anni che ha chiuso questa città».

«Abbiamo voglia di fare, vogliamo riconsegnare questa città in mano ai cittadini Lodigiani. Ascoltare è fondamentale per la politica. La casa del Broletto sarà la vera casa dei cittadini. Mi auguro che tutti vadano a votare» ha spiegato Casanova.

A.L.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
22 commenti.
<< < 1 2 > >>
bruno59 20 giugno 2017 15:04
Ce lo dica lei , Luigi57, non ho voglia di andare fino a Codogno..
Imbelli 20 giugno 2017 09:01
Sono nauseato. Non ho altre parole.
luigi57 20 giugno 2017 00:52
prima di fare commenti a vanvera e senza logica, provate a chiedere ai Codognini comè governata la loro citta con la lega e F.I.
piscinaok 19 giugno 2017 16:40
Bene così. Lodi ha bisogno di alternanza e di rompere la fitta rete di favoritismi costruita dai soliti "finti sinistrati"
alele 19 giugno 2017 12:03
Maggi venduto
che tristezza
alele 19 giugno 2017 12:02
“La mia non è una decisione dovuta alla voglia di protagonismo. Sono coerente con le mie idee e non ho interesse a restare attaccato alla poltrona. La Lega Nord mi aveva offerto l’incarico di vicesindaco, ma non ho accettato. Non posso ritenere valida una candidatura che è frutto di accordi regionali”

Lorenzo Maggi, 11 marzo 2017
scontenta 18 giugno 2017 15:44
che meraviglia:Larussa,Santalchè,
come si fa ad ascoltarli?
Ottavio51 17 giugno 2017 21:35
Poi in caso di vincita chi sarà veramente il sindaco, e chi l'assessore?
Parlano di trasparenza, e si fanno appoggiare, dalla Santanchè, da Larussa dalla Lega Nord;che in quanto a trasparenza durante il governo Berlusconi hanno dato un buon esempio di leggi ad personam etc.etc.
ARISTIDEZUCC 17 giugno 2017 19:12
sembra di essere iun america. chi era il meno peggio tra trump e illary. di certo dubbi su la gestione del PD non ce ne sono e quindi Gendarini può vinvere se il popolo della sinsitra che va meno in vacanza si presenta alle urne. L'assurdo è che il popolo della sinistra che mon và in vacanza magari perchè dispoccupato o cassaintegrato, andrà a votare per il sindaco PD, ricco industriale, presidente dei commercianti e degli industriali.
Druido 17 giugno 2017 16:16
I trombati lanciano gli aculei... :)