NEWS
lunedì 24 aprile 2017 ore 07:32
S. Fedele
IL GIORNALE IN EDICOLA
LODI
dopo il rogo
Bassi, il preside: «La manifestazione è una macchia»
20 marzo 2017

«La manifestazione dell’altro giorno rimane una macchia per questa scuola: nel momento di difficoltà dovremmo aiutarci a vicenda, non protestare»: sabato mattina nel corso di un’assemblea straordinaria dei rappresentanti di classe, il preside dell’istituto Bassi Corrado Sancilio non ha avuto mezze misure nel descrivere l’episodio di mercoledì mattina, quando trecento ragazzi erano scesi in piazza per lamentarsi contro le lezioni pomeridiane rese necessarie dall’incendio della succursale.

L’assemblea di sabato è stata convocata per fare chiarezza tra gli studenti, e per vedere come organizzare le prossime settimane di scuola riducendo al minimo i disagi.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
13 commenti.
<< < 1 2 > >>
G.Rivera 10 21 marzo 2017 12:06
Purtroppo le cose tristi, in questa vicenda, sono due:
- l'istituto, come la maggior parte, è privo del Certificato Prevenzione Incendi, provate voi normali cittadini ad esserne sprovvisti......(un banalissimo impianto di rilevazione fumi avrebbe fatto scattare immediatamente l'allarme e i VV.FF. in un baleno avrebbero domato le fiamme, limitando i danni alla sola macchina erogatrice di bevande);
- come mai gli studenti della sede hanno scioperato solo dopo l'annuncio della turnazione al pomeriggio??? Faceva comodo terminare le lezioni alle 12:05 o alle 12:50, invece che alle 13:00 o alle 14:00, al pomeriggio tanto ci andavano quelli della succursale. Meditate gente, meditate!!!!
cloro62 21 marzo 2017 12:00
voglio dire che invece di mortificare una legittima istanza degli studenti come macchia per l'istituto, un bravo dirigente dovrebbe analizzare le ragioni della protesta e quindi discuterne con gli studenti.
Sgavazza 21 marzo 2017 09:52
#cloro62: non ho capito il tuo post. Quindi? Cosa vorresti dire?
cloro62 21 marzo 2017 09:37
zitti muti e pedalare e non disturbate il manovratore. questa è vera pedagogia!! altro che avere persone responsabili!!
lorenzo 20 marzo 2017 16:57
La macchia è che non si sia ancora incominciato a lavorare per sistemare il danno. Ogni mattina passo davanti alla succursale del Bassi dove non vedo mai nessuno a lavorare, aspettiamo che finisca l'anno scolastico per iniziare i lavori .... poi aspettiamo che inizi anche il prossimo e se andiamo avanti così non si arriverà mai ad una soluzione!!
bruno59 20 marzo 2017 16:17
Pampurio, se è per quello i nostri nonni non hanno fatto quelli dell'uomo di Neanderthal.
Resta il fatto che avere il culetto al freddo ogni tanto non fa male.
Domani, i pargoli, senza l'idea del sacrifcio (scusi se la turbo) non troveranno nemmeno lavoro.
catu 20 marzo 2017 15:51
PAMPURIO ha centrato il problema, in realtà lo sciopero per le lezioni pomeridiane è sacrosanto, perchè nel pomeriggio molti studenti e famiglie svolgono altre attività altrettanto utili alla crescita culturale.

Se questi "sacrifici" si sono resi necessari, è perchè qualcosa nell'impianto elettrico non ha fnzionato; un impianto ben realizzato ha un interruttore differenziale che scatta al minimo problema sulla linea.

Questo non è avvenuto, quindi l'impianto non era ben realizzato o ben mantenuto; su questo non ci piove.

Come sempre poi il disagio ricade su studenti e famiglie, che non avrebbero neppure il diritto di protestare.
Maurizio 20 marzo 2017 14:59
Una MACCHIA ! Una MACCHIA nella gestione del preside Corrado Sancilio.
PAMPURIO 20 marzo 2017 14:52
La macchia, in questo caso, è una scuola che va a fuoco!! Già, ma perchè è andata a fuoco? C'erano tutti i sistemi di sicurezza? Gli impianti elettrici erano a norma? L'anticendio?
Senta Bruno 59, la smetta con sta storia del sacrificio. Noi, per caso, abbiamo fatto gli stessi sacrifici dei nostri nonni?E allora?
lorenzo 20 marzo 2017 14:31
Sono un genitore di un ragazzo che frequenta la succursale del Bassi chiusa per incendio. Quello che vorrei sapere è quando incominceranno i lavoro per sistemare i danni, visto che fin ora è stato fatto solo il bando, mi chiedo se e quando questi lavori incominceranno. Ci si puo' organizzare fin che volete ma se mai iniziate i lavori i disagi non finiranno mai! Ma è possibile??