NEWS
venerdì 21 luglio 2017 ore 18:33
S. Lorenzo da Brindisi
IL GIORNALE IN EDICOLA
LODI
Rifiuti
Lodi sporca, partono le pulizie promosse dei cittadini
14 marzo 2017

Volontari in campo per pulire la città. Dopo i continui abbandoni di rifiuti in giro per il capoluogo, scalda i motori l’iniziativa “RamazziAMOLO”, un progetto per coinvolgere gli abitanti nei servizi di igiene urbana. «L’idea è quella di organizzare una giornata dove sarà pulita la città. La volontà è quella di sensibilizzare i residenti sulla necessità di una maggiore cura per l’ambiente e dall’altra dare una scossa alle autorità, perché il servizio spetterebbe all’ente – spiega uno dei promotori, Lele Maffi – la data dell’iniziativa sarà resa nota a breve. Rispetto a Puliamo il mondo, che è organizzata da Legambiente, stavolta non è un’associazione a proporre la manifestazione, ma sono i cittadini stessi». Diversi i casi di abbandoni di rifiuti. Uno dei punti maggiormente colpiti è il Lungoadda, recentemente, però, numerosi rifiuti sono stati trovati anche sulla strada sterrata che si snoda dietro al cimitero Maggiore e che collega San Grato al Sandone. Si sono infatti formate due discariche, dove i resti di lavori edili si uniscono a quelli di un corposo sfalcio del verde.

Altri casi si erano verificati di recente in zona Martinetta e a Selvagreca. In tutte queste zone era stato necessario un intervento straordinario da parte di Linea gestioni, l’azienda incaricata del servizio di igiene urbana dal Broletto, che aveva rimosso immondizia e ingombranti. Continua anche il fenomeno dell’abbandono di sacchetti a bordo strada o nei cestini, in modo da poter aggirare le regole della raccolta differenziata.

Per candidarsi e partecipare è possibile scrivere alla mail ramazziamolo@gmail.com e tutte le informazioni si possono reperire alla pagina Facebook - Gruppo pubblico: RamazziaAMO LO (https://www.facebook.com/groups/1912150842348241/ ).

Matteo Brunello

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
19 commenti.
<< < 1 2 > >>
scontenta 17 marzo 2017 10:10
tutto concorre alla soluzione del problema,organizzazione,sanzioni,detassazione per chi si comporta bene, ciò che rende maggiormente è la consapevolezza della necessità di essere tutti responsabili e partecipi ma ci vuole del tempo, nell' attesa bisogna operare su tutti i fronti possibili
xenon 16 marzo 2017 16:33
Così lo sporcaccione sa che dopo potrà rimettere di nuovo l'immondizia. Se non ci sarà un controllo capillare, non si risolve il problema. Su a un cartello ho letto che la sanzione, per chi lascia i rifiuti in giro, va da 50 a 500 euro. Per me manca uno zero.
scontenta 15 marzo 2017 18:39
ho sempre sostenuto che bisogna organizzare bene, copiare dalle città funzionanti, ce ne sono,bisogna multare e detrarre una percentuale di tassa ai cittadini corretti
raccogliere le schifezze non ci rende sudditi,ma cittadini attivi,partecipi contro la massa di menefreghisti e contro chi dovrebbe risolvere e non lo fa
nessuno è costretto a partecipare alla raccolta,non è proibito farla
non credo che a tante persone interessi che la città sia pulita o no, a me non basta sia pulita casa mia
sergioalessi 15 marzo 2017 18:25
in via Vespucci c'è da circa una settimana una stampante sul prato che costeggia la strada. qui non si può dare colpa ai politici ma solo a un cafone che trova comodo abbandonare i rifiuti dove capita.
PACCHIAV 15 marzo 2017 16:05
Karanka, c'hai ragione, ma contro l'incivilta' servono azioni, e sanzioni ( molto pesanti ), e servono pure i cestini dei rifiuti, utilizzati in modo corretto, con qualche vigile o ausiliario, o chi volete che controlla e interviene. La civilta' si insegna nelle famiglie e nelle scuole, e si fa' rispettare da coloro che sono preposti e pagati per farla rispettare.
aria48 15 marzo 2017 15:42
Per SCONTENTA, per definire nostra la città dovremmo essere interpellati prima di decidere e non dopo per rimediare. A furia di fare le persone perbene stiamo passando da cittadini a sudditi, vorrei evitare di finire con l'essere martiri.
karanka 15 marzo 2017 14:05
Io dico solo una cosa, faccio la differenziata e non mi pesa e come me molti altri cittadini, secondo me è ora di smetterla di dare la colpa ai politici e a chi deve raccogliere, LA COLPA E' SOLO DELLA INCIVILTA', perchè se riesco a farla io possono farla tutti.
scontenta 15 marzo 2017 12:20
la città è nostra, occupiamocene,alla faccia degli incapaci, di chi fa finta di non sentire, di non leggere,di non sapere
di chi non fa il suo dovere perché è il suo lavoro,di chi sporca offendendo i cittadini che fanno il loro dovere
possiamo contare solo sulle persone per bene, che si facciano avanti
aria48 15 marzo 2017 11:22
Per SPEZZATINO, quando mi capita di vedere qualcosa che non va, generalmente lo faccio notare con educazione e gentilezza - sono di vecchia generazione. Di solito vengo presa a male parole che ignoro, salvo quando sono di cattivo umore allora rispondo per le rime. Però, dato l'imbecillità della controparte, non credo serva e ancor meno risolva.
SPEZZATINO 15 marzo 2017 10:43
Cittadini incivili, amministrazioni che non puliscono, però ciascuno si faccia l'esame di coscienza. Se vedete qualcuno che abbandona rifiuti, intervenite? Ecco il terzo grave ingrediente: l'omertà.