NEWS
martedì 19 settembre 2017 ore 15:14
S. Gennaro
IL GIORNALE IN EDICOLA
LODI
Un 80enne investito a Lodi, è grave
15 settembre 2011

Ancora un grave incidente stradale in una delle strade più trafficate del centro di Lodi: stamattina poco prima delle 9 un uomo è stato investito all’incrocio tra via San Bassiano e via Pace di Lodi, all’altezza dell’attraversamento ciclopedonale. Immediato l’intervento del 118, che ha soccorso il pedone, un uomo di 80 anni, subito trasferito all’ospedale Maggiore dove è stato ricoverato: le sue condizioni sono gravi soprattutto per i traumi riportati alla testa, ma per fortuna non è in pericolo di vita. Secondo la prima ricostruzione l’anziano è stato travolto da un fuoristrada mentre stava attraversando sulle strisce pedonali. Sul posto sono arrivati anche i vigili urbani per i rilievi del caso e la regolazione del traffico.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
13 commenti.
<< < 1 2 > >>
jena 18 settembre 2011 12:33
Comulodi potrebbe per favore chiarirmi una cosa? Questa mattina alle ore 11:45 in pieno centro, esattamente dove c'e' il bar Calicantus, la circolazione era interrotta grazie alle 8 auto posteggiate fuori dagli spazi (alcuni liberi). Una pattuglia di Vigili urbani e' passata e tranquillamente se ne e' andata senza elevare alcuna contravvenzione. Il viglie e la vigilessa seduta accanto erano pacifici e contenti. Mentre noi pedoni con carrozzine o biciclette dovevamo passare sulla strada. Mi puo' anzi ci puo' spiegare come mai avviene sempre piu' spesso questo atteggiamento dei V.U.? Qualche caffe' gratis? Suvvia non ci posso credere !!
Signori non diamo sempre la colpa ai pedoni ed automobilisti. I V.U. non mi sembra siano tutti ciechi. O sbaglio?
Ufficio stampa comune di Lodi 16 settembre 2011 18:08
Gentile signor Luzzi, per quale oscuro motivo dovrebbe essere conveniente per l'amministrazione comunale dimenticare di riferire che in via Sforza è stato installato un rilevatore di velocità?
andrealuzzi 16 settembre 2011 16:08
Va anche ricordato visto che comulodi non lo menziona limitandosi come al solito a dire cio che più conviene che due anni fa o tre adesso non ricordo ,è stato collocato il rilevatore di velocità elettronico ,in via Sforza costato se non ricordo male 10 mila euro o giù di li ,che non serve praticamente a nulla , ci vogliono gli SPEED CONTROL , che multino con delle belle foto sia di giorno che di notte ,venite a vedere come sfrecciano in Viale Milano e vi renderete conto di quanto sia un problema generale ,il limite è di 50 km orari ,si tollera magari fino a 60 , ma poi si bastona ,a Lodi questo non capita MAI e nessuno spiega il perchè ? non ci sono gli agenti necessari a far le multe ? metteteci gli autovelox vi comunico visto che lo ignorate che servono anche a far cassa oltre che a salvare la vita di diversi pedoni indifesi
acces 16 settembre 2011 00:57
Veramente io non mi riferivo al caso specifico anche perchè, prima della spiegazione di comulodi, non ero a conoscenza della dinamica; il ragionamento era quindi in termini di generalità e sono convinto che analizzando la cronaca si potrà constatare che la maggioranza di questi incidenti vedono vittime anziani. Non credo che tutti gli automobilisti distratti ce l'abbiano con gli anziani; forse però i tempi, le attenzioni ecc.. non sonopiù quelli di una volta.
Il pedone ha sicuramente la precedenza ma a me hanno insegnato che dopo essermi posto sulle strisce guardo a dx e sx e poi attraverso.
Se poi, gentile Tosh, vorrà fare una prova starò concentratissimo ed andrò entro i limiti a 30 km/h, ma Lei dovrà sbucare sulle striscie dietro ad un auto regolarmente parcheggiata (come appunto è capitato a me borgo adda angolo per ospedale a sx).
Non sarà colta come la Sua ma le riporto la frase di una signora (grossomodo sessantenne) captata sabato mattina dal panettiere in corso Roma....la scuola guida dovrebbero farla agli adulti, a piedi o in bicicletta saltano in mezzo alle auto ne fanno di tutti i colori, poi dicono dei giovani...
E cmq ribadisco la mia proposta + autovelox + t-red + rossostop e vedrete che gli incidenti si dimezzano così come i pirla che fanno le gare
norton70 16 settembre 2011 00:25
C'e' da dire che in certi punti della citta' la segnaletica non aiuta visto che troviamo molto spesso strisce pedonali dietro a curve cieche o a cassonetti e aggiungo che in alcuni tratti la parvenza e' di stare in un videogame tra righe colorate,rotonde,controrotonde,chicane,strisce pedonali a go go e pedoni che ti si buttano sul cofano(senza nulla togliere a quanto detto su velocita' e maleducazione automobilistica).
Tosh 15 settembre 2011 22:28
Mi rivolgo ad access ed alla sostanza del suo pensiero.se non sbaglio, per legge, se una signora anziana,un bambino, un adulto,il papa in persona quando attraversano la strada sulle strisce(come dice lei)devono avere la precedenza,comunque.è capitato anche a me di frenare all'ultimo momento per non investire una persona che stava attraversando sulle strisce pedonali,ma l'ho fatto perchè ero distratto.se si guida rispettando i limiti e concentrati,si vede chiaramente qualsiasi persona che si appresta ad attraversare una strada.dare la colpa ad anziani, per quanto riguarda questo caso, mi sembra uno strano ragionamento.ma i punti di vista sono vari ed eventuali...un grande personagggio,già dittatore dello stato libero di bananas, direbbe infatti:"sono stato picchiato, ma mi sono difeso bene. A uno di loro gli ho rotto la mano; mi ci e’ voluta tutta la faccia, ma ce l’ho fatta!"
Ufficio stampa comune di Lodi 15 settembre 2011 19:53
Tutti i suggerimenti sono utili e opportuni, si intendeva solo segnalare le ultime iniziative realizzate per provare a migliorare le condizioni di sicurezza di questa direttrice senz'altro caratterizzata da intensi volumi di traffico. Cordialmente.
serginox 15 settembre 2011 18:46
rispondo a Comulodi,
la via Sforza è molto lunga e da quella rotatoria in direzione S.Fereolo
e viceversa anche se c'è il semaforo per via Dei Visconti le prove di accellerazione si sprecano credetemi, provare qualche volta a mettere delle telecamere o autovelox su questo tratto per individuare "gli spericolati" potrebbe essere utile o no, oppure si possono mettere le telecamere rimovibili solo ai cassonetti dell'immondizia?

serginox
acces 15 settembre 2011 17:05
Mi permetto di fare una considerazione sugli incidenti fatta salva ovviamente la solidarietà a questa ed alle precedenti vittime.
Oltre alle corrette riflessioni sulla modalità di guida di troppa gente dobbiamo anche considerare il fatto che le vittime di questi incidenti molto spesso sono anziani.
La scorsa settimana ho rischiato di investire una signora, presumibilmente sull'ottantina, che senza curarsi del fatto che arrivassero automobili ha attraversato, sulle striscie, via borgo adda.
fortunatamente procedevo ad una velocità ben inferiore dei 30km/h di limite; differentemnete l'avrei investita.
Con tutto il rispetto per le persone anziane credo che una piccola campagna informativa ad hoc non sarebbe male; un pò per superare l'idea...ci sono le strisce pedonali quindi passo....ok ma prima butta l'occhio.
Per i corridori urbani invece ci vorrebbe il coraggio delle istituzioni. neo paesi anglosassoni autovelox, tutor, rosso stop, t-red nei centri urbani hanno ridotto drasticamnete le morti.
Ma dubito che ci sia ancora chi abbia il coraggio di queste azioni
Ufficio stampa comune di Lodi 15 settembre 2011 15:41
Innanzitutto un aggiornamento sulle condizioni della persona investita, che fortunatamente non sono gravi: l'uomo, che risulta essere sottoposto a una terapia a base di farmaci per la fluidificazione del sangue, è stato trattenuto in osservazione all'Ospedale Maggiore per motivi precauzionali, dato che cadendo a terra ha picchiato il naso ed ha perso sangue. L'incidente è avvenuto all'altezza del civico 51 di via San Bassiano, nei pressi dell'intersezione con via Pace di Lodi, in corrispondenza di un attraversamento pedonale. L'automobile coinvolta nell'episodio proveniva da via Baroni ed aveva appena svoltato in via San Bassiano con direzione centro città, per cui stando alle prime ricostruzioni la causa dell'incidente non sembra essere stata l'eccessiva velocità, ma una malauguerata distrazione del conducente, come peraltro dichiarato dallo stesso. Si coglie l'occasione per segnalare al signor Serginox che per migliorare le condizioni di sicurezza e moderare le velocità di percorrenza lungo l'asse via Cadamosto-via Sforza nel 2010 è stata realizzata una nuova rotatoria all'intersezione con via del Pulignano ed è stato installato un nuovo impianto semaforico a chiamata con attraversamento pedonale.