NEWS
venerdì 20 ottobre 2017 ore 18:18
S. Maria Bertilla Boscardin
IL GIORNALE IN EDICOLA
CENTRO
il caso
Lodi Vecchio: verde troppo breve, polemiche per il semaforo
27 settembre 2017

Nuova vita a Lodi Vecchio per il semaforo sulla provinciale 115 a Lodi Vecchio, crocevia tra la direttrice per la santangiolina e il capoluogo, via Curiel e strada Vecchia Monzasca. Ma fa discutere, a pochi giorni dalla rivoluzione, la durata del verde da strada Vecchia Monzasca, per chi esce dalla zona artigianale.

In tutto, secondo le misurazioni degli automobilisti che hanno protestato numerosi sui social, si tratterebbe di 11 secondi, ovvero il tempo di controllare l’incrocio, innestare la marcia e attraversare per vedere di nuovo la lanterna del giallo accesa. A motivare la rivolta sui social c’è il timore che possa scattare la multa per chi attraversa l’incrocio al foto-finish.

«La ditta che ha provveduto all’installazione tara l’impianto semaforico sulla base di tempistiche standard senza effettuare riscontri specifichi sullo snodo e sui flussi di traffico - spiega il sindaco di Lodi Vecchio, Alberto Vitale - . Abbiamo effettivamente riscontrato un problema sui tempi delle luci per la svolta a sinistra che abbiamo introdotto ora e che prima era assente, che sono già state risolte con un intervento ad hoc». Sull’uscita dalla zona artigianale, verranno fatte ulteriori verifiche.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
7 commenti.
Maury 29 settembre 2017 10:38
è una scusa bella e buona quella del sindaco di scaricare la colpa al tecnico e di voler verificare ad oggi non è cambiato nulla e chissà perchè nella parte opposta il semaforo verde dura 4 volte in piu, sono degli incompetenti
anonimusV 28 settembre 2017 16:44
Telefonate ai vigili.Per loro TUTTO A POSTO TUTTO OK.Pagate e non rompete le scatole perche' a fare gli onesti in questo paese sei solo un co.......
jena 28 settembre 2017 10:39
Ottimo esempio Bruno. La scusa del sindaco Alberto Vitale fa acqua da tutte le parti. Ma sai ... sono inesperti ... non e' la loro casa ... non ci mettono i loro risparmi. Quindi buttano i soldi dei contibuenti. Bravo sindaco.
FEBS58 28 settembre 2017 08:59
i ludevegini ci hanno visto rosso
hammers79 28 settembre 2017 08:49
Percorro quotidianamente la 115, e quasi ogni mattina assisto a scene raccapriccianti, dovute alla paura di prendere la multa; c'è gente che inchioda di colpo appena il semaforo diventa giallo, rischiando di farsi tamponare da quello dietro, altri che invece attraversano l'incrocio a 5 km/h ; ma la più bella è stato aver sentito di chi ha preso la multa perchè ha arrestato l'auto con le gomme anteriori appena dopo la linea bianca di stop!! Poi mi parlano di prevenzione e deterrenti!!! I comuni, avendo il bilancio (inspiegabilmente) sempre in rosso, farebbero vendere collane e bracciali ai semafori dai propri dipendenti pur di raccimolare quattro spiccioli!!!
bruno59 28 settembre 2017 08:29
"..tara l’impianto semaforico sulla base di tempistiche standard senza effettuare riscontri specifichi sullo snodo e sui flussi di traffico.."
Pensarci subito, no, eh, signor sindaco?
Altro intervento, altri soldi, altro tempo perso.
A casa sua manda via l'idraulico senza verificare che esca l'acqua dal rubinetto???
anonimusV 27 settembre 2017 23:57
Zitti e pagate.La politica costa .Indovinate chi paga ?