NEWS
venerdì 20 ottobre 2017 ore 19:43
S. Maria Bertilla Boscardin
IL GIORNALE IN EDICOLA
CENTRO
Sisma
Ischia, due santangioline in fuga
23 agosto 2017

In fuga da Ischia. Due ragazze di Sant’Angelo che si trovavano in vacanza nella zona del terremoto hanno lasciato l’isola, a causa del sisma che lunedì, intorno alle 21, ha colpito l’isola e la costa Flegrea.

Nicole Toscani, 24 anni, di Sant’Angelo, una laurea in scienze motorie alla facoltà di Pavia, era arrivata a Forio di Ischia il giorno prima. «Ero con la mia amica di Miradolo Anastasia Ambrosetti - racconta Toscani dal traghetto -. Siamo arrivate a Forio alle 16.30 di lunedì. Mentre eravamo al ristorante, si sono spente le luci all’improvviso, i bambini hanno incominciato a urlare.

A Ischia, in questi giorni, c’era anche la santangiolina Camilla Chierchia, classe 1995. La 22enne, ex alunna del Pandini e dipendente del bar Joker di Marudo, era arrivata da pochi giorni a Casamicciola. E anche lei si è trovata a scappare dalle macerie del sisma. «Quando vivi certi episodi sulla tua pelle - ha scritto sul suo profilo Facebook la giovane Chierchia - non potrai mai più dimenticarli. Quel boato, la terra che trema, attimo di panico, le urla, la confusione, e soprattutto la paura mi rimarrà sempre impressa nel cuore. Io e Sara stiamo bene. Prego per tutte le persone di Ischia, ci vediamo presto, promesso».

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
6 commenti.
anonimusV 25 agosto 2017 13:00
Jena se l'argomento ti interessa sei invitato su facebook
jena 24 agosto 2017 21:46
Nessun problema anonimusV. Fammi sapere pf. A settembre lo rivedo per lavoro e gli chiederò altro.
anonimusV 24 agosto 2017 21:22
Scusa Jena ho interpretato male il sito e' Pau in Francia.Cerchero' notizie su questo stoccaggio che sino ad ora mi era sconosciuto.Grazie per l'informazione
anonimusV 24 agosto 2017 19:19
Jena prima cosa non tutti gli stoccaggi hanno caratteristiche identiche perche' non sono tutti nello stesso punto e non hanno di conseguenza la stessa conformazione geologica e sismica.Seconda cosa penso tu stia parlando di settala 1,8 miliardi di m3 perche’ Pau penso sia Paullo.Ebbene il nostro stoccaggio sara' di 2,2 miliardi percui ancora piu' capiente.Per quanto riguarda i problemi ti consiglio di guardare il giacimento castor in Spagna dove l’effetto sismico di tali impianti si e’ fatto sentire con conseguente decisione del governo di chiusura giacimento.Altra questione critica e’ Olanda zona Groningen con 152000 case da ristrutturare causa terremoti indotti da stoccaggi gas.Poco tempo fa ti ricordo SOCAL GAS in California definito un disastro ambientale peggio di DEEP WATER ORIZON.A Sergnano siamo con acqua inquinata e campo sportivo inagibile causa stoccaggio gas.Ti ho elencato alcuni problemi ma ognuno e’ libero di pensarla come vuole.Io e molti altri cittadini come me NON CI SENTIAMO SICURI A VIVERE SOPRA 2,2 MILIARDI DI M3 di metano (24 Km3 concessione. 6 PAESI).Ricordo sempre facebook “sei della muzza se….non vuoi l’impianto di stoccaggio gas” per confrontarci e informarsi.
jena 24 agosto 2017 13:42
anonimusV ho discusso di questo con un amico professore di geologia/ingegneria che vive a Pau. Loro questo stoccaggio, molto più importante come capacità, lo hanno sotto la città da almeno 30 anni, senza avere mai avuto problemi. La tecnologia in 30 anni ha fatto passi da gigante. Non credo ci siano dei problemi in futuro. Anche se Lodi è in Italia e non in Francia.
anonimusV 23 agosto 2017 21:02
Se vengono tra qualche anno alla Muzza potranno riprovare la paura del terremoto una volta che l'impianto stoccaggio gas andra' in funzione.Ma per ora della cosa non frega nulla a nessuno.Anzi certi dicono che sono baggianate.Ne discuteremo a disastro avvenuto stracciandoci le vesti.