NEWS
martedì 24 ottobre 2017 ore 04:10
San Luigi Guanella
IL GIORNALE IN EDICOLA
BASSA
La situazione
Una nuova ondata di profughi in arrivo nella Bassa
30 luglio 2017

Annunciati una cinquantina di profughi all’ex mobilificio Bignami a Zorlesco: il comune di Casale si mobilita per contrastare il loro arrivo. Non c’è ancora niente di ufficiale ma la notizia sembrerebbe più che fondata e fa il pari con quelle di nuovi arrivi a Codogno e a San Martino Pizzolano, tre municipalità loro malgrado legate dal dover affrontare scelte prese da altri e non sono disposte ad accettarle supinamente. Dopo la corsa contro il tempo del sindaco di Codogno Francesco Passerini, venerdì, per stoppare l’invio di dodici profughi in un cortile di via Hermada in pieno centro, e la dura reazione del comune di Somaglia al presunto invio di 51 migranti nella frazione di San Martino Pizzolano, ora tocca a Casalpusterlengo fare i conti con l’insediamento di un numero imprecisato degli stessi (anche in questo caso si parla di 51 profughi, ma vi è chi pronostica anche di più) all’interno dell’ex mobilificio Bignami lungo la via Emilia.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
27 commenti.
<< < 1 2 > >>
miriam 02 agosto 2017 12:50
xenon, grande verità!!!...(poi andiamo dai cinesi ecc., perchè lì costa meno)......
Silvester 01 agosto 2017 16:12
PIERINO certo colpa della Lega, anzi colpa della Casanova, ma per piacere!!!!!!!!!!!!! Ringraziamo le politiche buoniste o di convenienza del PD della Boldrini, di Alfano. Spero che gli Italiani in massa se ne ricordino alle prossime elezioni, questi personaggi devono scomparire dalla politica per sempre !!!!!!!!!!!!!!!!
xenon 01 agosto 2017 15:31
Maury, sei proprio sicuro che il popolo non desidera? La categoria degli imprenditori, la conosci? Noi conosciamo, per esempio, famiglie dichiaratamente di destra e che vedono certi stranieri come il fumo negli occhi, per poi vedere che in casa hanno la colf extracomunitaria e pagata in nero. Finchè saremo ipocriti, non risolveremo nulla.
Pierino 01 agosto 2017 09:02
ringraziamo la lega..aveva promesso il blocco in provincia
sergioalessi 31 luglio 2017 21:21
E piantatela di chiamarli profughi. Sono clandestini
Maury 31 luglio 2017 17:54
insomma a quante pare nessuno li vuole invece il nostro governo fa tutto quello che il popolo non desidera........ricordatelo alle prossime elezioni
xenon 31 luglio 2017 17:01
Il problema non sono i profughi, ma chi c'è da troppo tempo prima di loro. Speriamo che non diventino come chi li ha preceduti. In qualche maniera, i profughi, vanno aiutati.
Batma 31 luglio 2017 15:11
I Sindaci, ce altro non sono che i rappresentanti dei cittadini chiedano ai cittadini stessi se li vogliono sul loro territorio.
Silvester 31 luglio 2017 14:59
BASTA !!!!!!!!!!!!!!!!! BASTA !!!!!!!!!!!!!!!!!!! BASTA !!!!!!!!!!!!!!! PREFETTI FINIAMOLA UNA VOLTA PER TUTTE !!!!!!!!!!!!!!!!!
never summer 31 luglio 2017 14:12
non si fa così