NEWS
mercoledì 23 agosto 2017 ore 00:16
S. Rosa da Lima
IL GIORNALE IN EDICOLA
BASSA
Incendio
Codogno, rogo in un’azienda: individuato il responsabile
28 luglio 2017

Individuato il responsabile dell’incendio scoppiato nella notte tra giovedì e venerdi alla Ciet, azienda specializzata in impianti elettrici che ha sede alla Mirandolina di Codogno. Si tratta di un 33enne che ha inavvertitamente gettato un mozzicone di sigaretta tra i bancali che hanno preso fuoco. L’ipotesi di autocombustione era stata subito esclusa e gli inquiranti avevano subito puntato sulla pista dolosa. Accorsi immediatamente sul posto i vigili del fuoco di Casalpusterlengo e Lodi hanno scoperto che a bruciare erano legno e plastica accatastati sul retro del capannone Ciet. Sulle cause del rogo sono al lavoro i carabinieri di Codogno. Sul posto anche gli uomini del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia di Milano.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
9 commenti.
Dragon 01 agosto 2017 10:46
Piero dipende cosa intendi per sud, fatti un giro in Liguria e vedrai...
AlesSac 31 luglio 2017 09:17
La presponsabilità è più banalmente la stupidità umana. Ed alcuni commenti qui sotto, sono dimostrazione che fa' danni quanto la malavita.
Skunkle 30 luglio 2017 13:36
Un mozzicone di sigaretta lanciato inavvertitamente?
Ma pensa a te!
Piero 29 luglio 2017 06:57
Pensavo che queste cose succedevano solo al Sud ma vedo con rammarico che la Piromania e' un male in larga diffusione.Dietro questi gesti possono ,ovviamente,esserci interessi economici e di potere ma senza alcuna prova impossibile fare accuse.Spetta agli inquirenti trovare il bandolo della matassa dato che due incendi in pochi giorni sono troppi.
jena 28 luglio 2017 16:54
Grazie per l'aggiornamento Sandoz.
Sandoz 28 luglio 2017 12:25
Jena fu il prefetto Lombardi a dire: «A Milano ci sono mafiosi, ma la mafia non esiste» non Maroni
jena 28 luglio 2017 11:26
Allora è più facile.
teacher 28 luglio 2017 11:01
in effetti penso sia piuttosto la ndrangheta, il fuoco è la loro firma...opinione mia...
jena 28 luglio 2017 09:42
No. Al Nord la mafia non esiste. Impossibile. Diceva Maroni.