NEWS
mercoledì 23 agosto 2017 ore 00:37
S. Rosa da Lima
IL GIORNALE IN EDICOLA
BASSA
Blitz
Corruzione, la Finanza arresta 5 persone
27 luglio 2017

(ore 16) «Prendo atto di questa situazione: ci auguriamo che la magistratura faccia il proprio corso». Il sindaco di Ospedaletto Lodigiano Lucia Mizzi commenta così la maxi operazione della Guarda di finanza che all’alba di questa mattina si è abbattuta sul Comune. In manette, sono finiti due dipendenti comunali: il comandante della Polizia Locale e il funzionario dell’ufficio anagrafe. In paese le domande si rincorrono di via in via, di bar in bar, ma nessuno sembra aver voglia di parlare.

(ore 11.15) False residenze per ottenere la nazionalità italiana, con un costo tra i 3.500 e i 5mila euro per ogni straniero, che venivano divisi tra un imprenditore di Monza e due dipendenti del Comune di Ospedaletto. Un “giro” che solo nel 2016 ha riguardato 500 brasiliani.

È quanto messo in luce delle indagini della Guardia di Finanza di Lodi, coordinata dalla Procura della Repubblica di Lodi, che ha portato dietro le sbarre due pubblici ufficiali lodigiani e un imprenditore di Monza, mentre altre due persone (di Monza e Verona) sono agli arresti domiciliari.

Il sistema di corruzione partiva da un’agenzia di “disbrigo pratiche” di Monza, alla quale si rivolgevano i brasiliani, e si basava sul rilascio ai clienti di false residenze, attestate in abitazioni nelle disponibilità (dirette o indirette) dei dipendenti pubblici lodigiani. Persone che però non si erano mai trasferite nel nostro territorio. Imponente il giro di denaro, tanto che nel blitz di questa notte nelle abitazioni degli indagati sono stati sequestrati in tutto 900mila euro.

(ore 9.45) Blitz della Guardia di Finanza in municipio a Ospedaletto. L’operazione è cominciata all’alba lasciando sconcertati gli abitanti del paese della Bassa, travolto dall’indagine che ha portato all’arresto per corruzione di due dipendenti comunali e di altre tre persone.
A breve ulteriori aggiornamenti.

(ore 8) In corso un’operazione condotta dalla Compagnia di Lodi della Guardia di Finanza, sotto la direzione ed il coordinamento della Procura della Repubblica di Lodi.

Le Fiamme Gialle stanno procedendo all’esecuzione di 18 perquisizioni e all’applicazione di 5 ordinanze di custodia cautelare per corruzione nei confronti di pubblici dipendenti ed imprenditori. I dettagli dell’operazione saranno forniti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 10.30 presso il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Lodi.

Secondo le prime indiscrezioni sembra che l’operazione tocchi il Comune di Ospedaletto Lodigiano e riguarderebbe la registrazione degli stranieri all’anagrafe. Coinvolti almeno due dipendenti pubblici.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
14 commenti.
<< < 1 2 > >>
catu 28 luglio 2017 12:38
Quello che lascia basiti in questi fatti corruttivi è che spesso, irei quasi sempre, è facilmente deducibile da chiunque abbia una certa vicinanza coi soggetti, che hanno un regime di vita assolutamente incompatibile col loro reddito ufficiale.

Ho un vicino di casa *** con una villa da nababbi, tutta la famiglia che gira in SUV, vacanze e controvacanze; nessuno si è mai domandato da dove derivi il denaro necessario a uno stile di vita di questo genere?

Stesso discorso vale per dipendenti comunali in ruoli delicati, con seconde e terze case, auto da decine di migliaia di euro, loro e i famigliari.

Potrebbe essere ricchezza famigliare, intendiamoci, ma un controllino, mai?

In questo caso poi parliamo di un Comune di pochi abitanti, nessuno immaginava niente?
scontenta 28 luglio 2017 12:29
P.S:non se ne era accorto nessuno???
scontenta 28 luglio 2017 12:27
più che mantenere, noi cittadini , i clandestini, manteniamo chi finge di occuparsi di loro, nostri concittadini, nostri connazionali
non dubito ci siano anche buone organizzazioni ma , troppa gente ci guadagna
in ogni epoca i disonesti hanno sempre trovato il modo di guadagnare sugli altri a danno della società o dell individuo:mercato nero, droga,candestini,sfruttamento della prostituzione.......
basta un po' di furbizia e tanto pelo sullo stomaco, entrambe qualità sempre presenti nell' animo umano
bruno59 28 luglio 2017 12:23
Lo so bene, Viro.Ho avuto a che fare con questi documenti..
Alludevo al fatto che il problema dei clandestini africani non ha a che fare con il caso dei brasiliani..Questi funzionari hanno lucrato su persone che potevano pagare..
Ve la ricordate la storia dei viados della bassa di cui ha parlato il Cittadino poco tempo fa?
anche questi sono mantenuti oltre che dai clienti , dai cittadini stessi..
viro59 28 luglio 2017 00:56
bruno59, informati! chi arriva in ITALIA, con regolare passaporto; deve rinnovare il permesso di soggiorno ogni 3 mesi! se dimostra di avere un lavoro a tempo indeterminato, ed una residenza; ecco che non è più costretto a tale trafila! capito perché? i brasiliani? diventa difficile attraversare l'atlantico in barca... invece i clandestini che arrivano senza documenti con la scusa di essere profughi sono mantenuti dallo stato, ovvero dai cittadini! queste sono le leggi idiote del PD!
arbeit67 27 luglio 2017 18:19
Dal sito del comune di Ospedaletto: "Compito principale della Polizia Municipale è diffondere e far rispettare le norme che regolano la convivenza civile all’interno del territorio comunale con l’obiettivo finale di essere un referente nella vita quotidiana del cittadino per il corretto utilizzo degli spazi comuni". Un plauso al vigile, così solerte nel riscuotere le multe e le mazzette!
Naisha 27 luglio 2017 15:54
Al lupo....al lupoooooooooooo
Massy68 27 luglio 2017 15:12
Non gli è bastata la sospensione di qualche anni fa....
campon 27 luglio 2017 14:01
Cittadino, una volta ogni tanto, fuori i nomi !!!!!!!!!!
bruno59 27 luglio 2017 13:03
Brasiliani.. Chiaro il concetto?
Sembra che non si abbia a che fare con clandestini fuggiti dall'Africa..L'immigrazione che ci turba non passa di qui..