NEWS
venerdì 24 marzo 2017 ore 03:04
S. Caterina di Svezia
IL GIORNALE IN EDICOLA
BASSA
Montagna
Soccorsa in Appennino una comitiva di escursionisti lodigiani
12 marzo 2017

È scivolato sul ghiaccio e si è rotto il bacino e il femore. Per salvare un 76enne lodigiano è stato necessario l’intervento del Soccorso alpino Emilia Romagna, che ha dovuto organizzare un difficile recupero. Sul posto, infatti, oltre al ferito c’erano anche altri cinque escursionisti provenienti dal Lodigiano. L’uomo è stato trasportato in elicottero all’ospedale di Parma, con alcune fratture giudicate importanti. La comitiva ieri mattina di trovava sull’Appennino piacentino, nella località al confine con la provincia di Genova nota come Valle Tribolata, nel versante fatto di guglie e speroni della Ciappa Liscia, nel comune di Ferriere.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
19 commenti.
<< < 1 2 > >>
jena 14 marzo 2017 18:08
Molto vero Sol Invictus !!
Sol Invictus 14 marzo 2017 17:27
Jena, forse vivendo all'estero non hai sentito che in Italia l'aspettativa di vita si è allungata e a questa età si è considerati ancora totalmente abili per qualsiasi lavoro. Perché allora non lo si può essere anche per gli sport ?
miriam 14 marzo 2017 13:15
jena sei un falco, non Ti sfugge niente...effettivamente non è Lui a sostenere l'albero ma è l'abero che sostiene Lui.....:-)
jena 14 marzo 2017 12:45
Grazie miriam. Hai notato il giovanotto in blu sulla sinistra? Hai vist come aiuta anche lui i soccorritori? o forse aspetta di essere anch'esso soccorso. Guarire ? forse fra 4 anni e zoppicando. Ma l'elisoccorso e' pagato dal club !!!
miriam 14 marzo 2017 10:18
never sei sempre troppo simpatico, però dai un pò jena ha ragione perchè la prudenza non è mai troppa soprattutto con l'avanzare degli anni..Comunque tanti auguri al nostro 76enne lodigiano di una pronta ripresa...;-)
never summer 13 marzo 2017 17:31
jena, la prosima volta prima da scriu taca la testa...
jena 13 marzo 2017 16:49
Never Summer si vede che hai lavorato poco. Laura' poco ma parla' tant. Vai pure tu negli out let. E mandami il conto purin.
scontenta 13 marzo 2017 14:29
Jena, hai ragione , cadere a 80 anni non è come cadere a 20, però mi permetto di parlare di abbigliamento,calzature,capacità in generale perché come l'età, fanno la differenza
ho 30 anni di alpinismo alle spalle e c'erano anche degli anziani con notevoli capacità
certo che si tratta di eccezioni
never summer 13 marzo 2017 13:27
jena... rileggi tu il tuo primo commento prima di criticare e poi ne parliamo. Davanti ad un incidente tu cosa fai se non il professorone? ha sbagliato ed è giusto che paghi! ed è pure stupido... STOP fermati, clè mei!!

PS a meno che tu non sia un nottambulo, difficile che ti sia ad HK... fuso orario docet.

Aloha e buon outlet di brescia
jena 13 marzo 2017 13:20
Carissima scontenta, l'abbigliamento può anche non essere essenziale. Fa molto, aiuta sicuramente. Il problema sono le ossa fragili (femore e bacino in primis), i riflessi appannati ed i muscoli che non funzionano più come una volta. E, anche se non è un muscolo, il cervello dovrebbe dirti che sei vecchio per certe cose. Ma i giovanotti di 80 anni queste cose non le sanno.