NEWS
martedì 24 ottobre 2017 ore 02:22
San Luigi Guanella
IL GIORNALE IN EDICOLA
CHIESA
A 83 anni
Si è spento a 83 anni monsignor Dionigi Tettamanzi, arcivescovo emerito di Milano
5 agosto 2017

È morto questa mattina il cardinale Dionigi Tettamanzi, 83 anni, arcivescovo emerito di Milano. Nato a Renate, in provincia di Milano, il 14 marzo 1934, Dionigi Tettamanzi non è stato solo cardinale e arcivescovo di Milano per nove anni, dall’11 luglio 2002 al 28 giugno 2011, ma anche una figura che ha saputo unire la sua attività pastorale ad un ruolo di intellettuale di spicco in ambito teologico, attivo nel dibattito pubblico. Molto stimato in Vaticano, dove ha ricoperto numerosi ruoli di consulenza e collaborazione, ha partecipato nel corso della sua lunga carriera ecclesiastica ad incontri, convegni, corsi di aggiornamento teologico-pastorali per sacerdoti e laici in Italia e all’estero e collaborato con L’Osservatore Romano e Avvenire.

Tettamanzi ha dedicato una parte importante della sua esistenza all’insegnamento e all’attività accademica di materie teologiche, approfondendo soprattutto le questioni di morale fondamentale e di morale speciale, con una preferenza per temi come il matrimonio, la famiglia, la sessualità e la bioetica. Il suo insegnamento - si legge sul sito Internet del Vaticano - è stato caratterizzato «da limpidità di pensiero, semplicità incisiva dell’esposizione, fedeltà gioiosa e convinta al Magistero della Chiesa e spiccato spirito pastorale». È stato ordinato sacerdote nel 1957 da Giovanni Battista Montini, allora arcivescovo di Milano e futuro papa Paolo VI, prima del dottorato in Sacra Teologia presso la Pontificia università gregoriana

Per dieci anni, dal 1979 al 1989, è stato consulente ecclesiastico della Confederazione italiana dei Consultori familiari di ispirazione cristiana; per l’Oari, il Movimento per una pastorale di comunione e speranza per l’uomo che soffre, è stato prima responsabile culturale, poi presidente. Nel corso degli anni, Tettamanzi ha ricoperto numerosi incarichi come esperto di nomina pontificia in diversi Sinodi dei vescovi, come quello sulla famiglia e sui laici e presso la Santa Sede come Consultore. Indicato come possibile nuovo Pontefice durante gli ultimi anni del pontificato di Giovanni Paolo II, ha partecipato al conclave dell’aprile 2005 che ha eletto Papa Benedetto XVI e a quello che ha eletto Papa Francesco.

®Riproduzione riservata
INVIACI IL TUO COMMENTO
Commento (non deve superare i 1500 caratteri)
I commenti vengono moderati dalla redazione
2 commenti.
GIAMBA 07 agosto 2017 09:18
Grande Uomo,che ha contribuito con cifre importanti ad aiutare moltissimi italiani in difficolta'CONCRETAMENTE!!!
Francesco D 05 agosto 2017 22:56
Il Cristo che ha servito generosamente come uomo di Dio in tempi che presagivano cambiamenti nei costumi e nella societa' , che oggi tutti noi viviamo,lo accolga con lo stesso suo sorriso per la festa della Trasfigurazione.